Ucraina: la guerra alle porte d’Europa

Passa alla storia come guerra dell’Ucraina Orientale (o guerra del Donbass):un conflitto che ha avuto inizio il 6 aprile 2014, quando un gruppo di manifestanti armati, si sono impadroniti di alcuni palazzi governativi dell’Ucraina orientale. Lo scontro, tutt’oggi in corso,  ha alla base la volontà di una parte della popolazione situata in quelle zone di ottenere l’indipendenza rispetto al governo centrale. La situazione tende gradualmente a peggiorare, dal momento che alcune truppe russe, secondo fonti ancora da verificare, abbiano varcato il confine dei territori separatisti, effettuando raid non autorizzati.  Il capo del servizio di sicurezza dell’Ucraina Valentyn Nalyvajčenko ha detto che tali eventi sono stati una “invasione diretta da parte della Russia in Ucraina”.

La guerra in Ucraina non si combatte però solo con le tradizionali armi da fuoco: infatti, tra le tante mosse di carattere politico, va ricordata la legge (firmata il mese scorso dal Presidente ucraino) che stabilisce l’obbligo di utilizzare l’ucraino come lingua principale in tutte le scuole del Paese a partire dalla quinta elementare. E in un Paese con quasi mezzo milione di bambini appartenenti a minoranze linguistiche ed etniche, tra cui quelle russe, il provvedimento ha finito per provocare nuove tensioni, sia all’interno del Paese, sia a livello internazionale. A proposito di quest’ultimo punto, va ricordato il discorso del ministro degli esteri ungherese, il quale ha difeso a spada tratta le minoranze, chiamando in causa addirittura l’Unione Europea, chiedendo una revisione dei trattati internazionali con l’Ucraina stessa.

La risoluzione del problema sembra difficile in tempi brevi: quello che suscita scalpore è che molti notiziari tendano a nascondere l’esistenza di tale conflitto, forse per la mancanza di informazioni pienamente affidabili, forse per gli ingenti interessi economici e politici che stanno dietro a tale conflitto.

 

Andrea Gatto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...